Categorie
Accadde

Notizie dal passato

Pollice Verso*oil on canvas*97,4 x 146,6 cm*1872

Viviamo nel passato, perché non sono capace di definire come “attualità” o “modernità” il fatto che una grande parte della nostra società italiana non accetti di assegnare uguali diritti fra esseri umani, siano essi eterosessuali o omosessuali. Una legge monca, di facciata, incompleta, ci pone di fronte all’enorme ritardo rispetto a tanti paesi democratici. Assurdamente contrastata poi da una fazione politica, quell’accozzaglia populista del Movimento 5 Stelle, che a parole promulgava la necessità di una legge a favore delle Unioni civili e non solo, e nei fatti ha dimostrato ancora una volta di non voler perseguire percorsi democratici quando ci si trova di fronte a ideali condivisibili.

Ma io sono per una visione positiva del futuro, sia pure nell’amarezza di questi giorni. Alcuni passi importanti sono stati fatti, i tempi non sono maturi per compiere quelle azioni che comunque, ne sono certo, avverranno in futuro, anche in Italia. Oggi non assistiamo più ai Giochi dei Gladiatori al Colosseo, non è più reato divorziare, l’aborto non è più lasciato in mano all’illegalità, non abbiamo la pena di morte, non mettiamo più la cipolla nella carbonara. Sono conquiste che oggi diamo per scontate, e guardiamo come retrogradi coloro che oggi provano a metterle in dubbio.

Conto sul fatto che allo stesso modo, a distanza di decine d’anni (ma spero molto prima) gli storici parleranno di quei bigotti, di quei populisti che hanno impedito alla società italiana di avere una legge più innovativa e giusta di quella passata in Parlamento, con quella superiore comprensione critica con la quale ci si deve esprimere riguardo a idee e comportamenti sorpassati e cancellati dall’evoluzione. Senza rabbia, anzi con un sorriso di comprensione, con quella pietà che i neofascisti, gli intolleranti  di oggi non hanno avuto per i diritti di esseri umani diversi da loro.

10-fun-facts-about-spaceballs

Colonnello Nunziatella: Adesso. Sta guardando l’adesso, signore. Tutto ciò che avviene adesso sta avvenendo adesso.
Lord Casco: Che è successo al prima?
Colonnello Nunziatella: È passato.
Lord Casco: Quando?
Colonnello Nunziatella: Adesso. Siamo all’adesso, adesso.
Lord Casco: Torniamo al prima!
Colonnello Nunziatella: Quando?
Lord Casco: Adesso!
Colonnello Nunziatella: Adesso?
Lord Casco: Adesso!
Colonnello Nunziatella: Non posso!
Lord Casco: Perché?!
Colonnello Nunziatella: Perché l’abbiamo superato!
Lord Casco: Quando?!
Colonnello Nunziatella: Proprio adesso!
Lord Casco: Quando il prima sarà adesso?
Colonnello Nunziatella: Presto!
Lord Casco: Quanto presto?!

(da Balle Spaziali – by Mel Brooks – Wikiquote)

Un approfondimento serio su quello che è successo QUI:  da Internazionale, Gerhard Mumelter

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.