Categorie
Accadde Musica

Momenti concerti – Parte 1

The Cult. 29 maggio 1986. Fiorenzuola D’Arda (Pc), Stadio Comunale.
Tour del loro album best-seller “Love”, si presentano in questo stadietto di provincia in un ambiente che si preannuncia scalcinato e banale. Ma scende la sera, poi il buio, e dietro il palco rivolto a est si accumulano nubi temporalesche. Suonano freneticamente, forse per affrettare la fine dell’esibizione e andarsi a riparare dall’incombente temporale. Ma ecco che dalle nuvole blu scuro scaturiscono lampi e saette, che creano un incredibile scenografia luminosa, impareggiabile e… gratuita! Il gruppo suona per buona parte del concerto nel più selvaggio e migliore impianto luci che abbia mai visto.

Stevie Wonder. 18 maggio 1992. Milano, PalaTrussardi.
Prenoto. Posti riservati. Platea con posti a sedere. Stevie Wonder si presenta con orchestra completa alle spalle e musicisti tra i quali il mitico bassista di Songs In The Key Of Life. Sale sul palco vestito da marinaio. Stevie suona in una barca. La peggior scenografia mai vista. Parte la musica. La sua voce celestiale, la band pesta come dei fabbri pezzi funky devastanti. Una Superstition da 15 minuti svelle tutti dalle sedie, tutti in piedi a ballare.

Afterhours. Primi Anni 90. Terranova Dei Passerini (Lo). Lenz.
Sentire concerti di amici fra amici. Non c’era neanche il palco rialzato, in pratica il gruppo suonava in un angolo di un salone di una cascina, se eri basso di statura dovevi farti raccontare cosa succedeva da quelli più alti. Il gruppo di Manuel Agnelli lo conoscevano in pochi, cantavano ancora in inglese, fu un grande concerto. Oppure no, la birra costava poco, chissà. Trovate un ricordo di quel posto qui.

Les Negrettes Vertes. 1988. Cortemaggiore (Pc) . Fillmore.
“C’è un concerto al Fillmore, vieni?” io: Mah, non so chi c’è? “i Negresses Vertes” Chi? “Dai, vieni”. E vabbè. Esco solo per la compagnia. Arriviamo. Ci sediamo, sul palco sono distesi dei tappeti persiani. Bah. A luci accese entrano degli sbandati zingari ubriaconi fumati, attraversano la sala, spariscono dietro le quinte. Ma era il gruppo? Ahahahaha! Ma dove mi avete portato? Si spengono le luci. Occhio di bue su un fisarmonicista solo che suona “La Valse” (saputo dopo aver comprato il loro cd). Uno dei concerti più belli mai visti, musica gitana, araba, punkeggiante, trascina la sala in danze, battimani e applausi. Grandissimi. Un grandissimo “Adieu” al cantante Helno, scomparso nel 1993.

Categorie
Accadde Vignette

I Telegram stickers del bassotto Charlie!

Per tutti i fans del bassotto Charlie, meglio noto come GIARLI, ho creato qualche sticker per Telegram (avete presente WhatsApp? Molto meglio!). Li trovate gratuitamente qui: https://t.me/addstickers/Giarli 

Vi serve qualche altro motivo per tenere Whatsapp solo per i vostri contatti più tecnolesi? (Grazie Degra per la definizione) Provate gli stickers di TOSTOINI o di SIO (Scottecs)!

Categorie
Accadde

Le mie dimissioni

Mi dimetto, ieri è stato il mio ultimo sì all’incarico da scrutatore elettorale, dopo quasi vent’anni di emozioni, risate, tensioni, incontri con persone splendide, ore insonni, soddisfazioni, delusioni, e permettetemelo, orgoglio civile. Passato gli anta da tempo, meglio lasciare spazio alle nuove leve, giovani capaci e volenterosi. E poi tra lavoro e famiglia non riesco ad avere il tempo e la serenità per farlo. È stata una bella esperienza democratica, gli idioti dei complotti dei brogli, delle matite cancellabili, troveranno pane per i loro denti in quelle persone che ho incontrato al mio fianco, scrutatori, segretari, presidenti di seggio, che hanno sempre sempre sempre fatto in modo che venisse rispettata la volontà dell’elettore.

È un piccolo bel mondo che lascio, mi mancherà, buona fortuna miei ex compagni di scrutinio, grazie a tutte le persone che ho incontrato e con i quali ho contribuito nel mio piccolo a questa preziosa, imperfetta, fragile cosa che è la democrazia.

Categorie
Accadde Wordpress

Rock & Roll al WordCamp Milano 2016

wordcamp

Senza far rumore sono passati più di dieci anni da quando provai a pubblicare il mio primo blog con WordPress, stupendomi come fosse facile, quante possibilità dava, e che comunità di appassionati c’era dietro. Comunità appassionata e accogliente in formato digitale, ma è bello scoprire che di persona è centordici volte meglio!

giuliatosato

L’intervento intenso di Giulia Tosato, che con grazia, modestia e affetto ha illustrato cosa vuol dire frequentare e partecipare ai Camp, i BarCamp, i WordCamp, i MeetUp, mi ha colpito, con le sue “slides viventi” a dimostrare quanto affermava.

salvo01

Sempre coinvolgente Salvatore “Moebiusmania” Laisa, capace di rendere facili le cose difficili, e di farti pure ridere sopra. Guardate come ipnotizza la platea meglio di un Doctor Strange…

Foto Maurizio Melandri

Esserci con gli allievi della scuola dove lavoro, vederli entusiasti e attenti, era una fonte continua di positive thinking e endorfine, e ne avevo bisogno, anche visto il raffreddore mortale di questi giorni. Rebecca, Daniele, Aurora, Giulio, i due Matteo, Erica, le due Martina, Sachin… grazie davvero.

gruppo_wcmil

…e ovviamente complimenti e grazie agli organizzatori e ai volontari!

(foto mie tranne 1 di Salvatore Laisa, 4 di Maurizio Melandri, 5 di Mauricio Gelves)

Categorie
Accadde Vignette

Un grande pubblico

Per ringraziare tutti i raga del corso Executive, Accademico Primo Anno, Executive Secondo Anno di Web & Apps, e di Grafica Secondo Anno di MOHOLE per il bellissimo anno passato insieme!

moholones

Categorie
Accadde

Notizie dal passato

Pollice Verso*oil on canvas*97,4 x 146,6 cm*1872

Viviamo nel passato, perché non sono capace di definire come “attualità” o “modernità” il fatto che una grande parte della nostra società italiana non accetti di assegnare uguali diritti fra esseri umani, siano essi eterosessuali o omosessuali. Una legge monca, di facciata, incompleta, ci pone di fronte all’enorme ritardo rispetto a tanti paesi democratici. Assurdamente contrastata poi da una fazione politica, quell’accozzaglia populista del Movimento 5 Stelle, che a parole promulgava la necessità di una legge a favore delle Unioni civili e non solo, e nei fatti ha dimostrato ancora una volta di non voler perseguire percorsi democratici quando ci si trova di fronte a ideali condivisibili.

Ma io sono per una visione positiva del futuro, sia pure nell’amarezza di questi giorni. Alcuni passi importanti sono stati fatti, i tempi non sono maturi per compiere quelle azioni che comunque, ne sono certo, avverranno in futuro, anche in Italia. Oggi non assistiamo più ai Giochi dei Gladiatori al Colosseo, non è più reato divorziare, l’aborto non è più lasciato in mano all’illegalità, non abbiamo la pena di morte, non mettiamo più la cipolla nella carbonara. Sono conquiste che oggi diamo per scontate, e guardiamo come retrogradi coloro che oggi provano a metterle in dubbio.

Conto sul fatto che allo stesso modo, a distanza di decine d’anni (ma spero molto prima) gli storici parleranno di quei bigotti, di quei populisti che hanno impedito alla società italiana di avere una legge più innovativa e giusta di quella passata in Parlamento, con quella superiore comprensione critica con la quale ci si deve esprimere riguardo a idee e comportamenti sorpassati e cancellati dall’evoluzione. Senza rabbia, anzi con un sorriso di comprensione, con quella pietà che i neofascisti, gli intolleranti  di oggi non hanno avuto per i diritti di esseri umani diversi da loro.

10-fun-facts-about-spaceballs

Colonnello Nunziatella: Adesso. Sta guardando l’adesso, signore. Tutto ciò che avviene adesso sta avvenendo adesso.
Lord Casco: Che è successo al prima?
Colonnello Nunziatella: È passato.
Lord Casco: Quando?
Colonnello Nunziatella: Adesso. Siamo all’adesso, adesso.
Lord Casco: Torniamo al prima!
Colonnello Nunziatella: Quando?
Lord Casco: Adesso!
Colonnello Nunziatella: Adesso?
Lord Casco: Adesso!
Colonnello Nunziatella: Non posso!
Lord Casco: Perché?!
Colonnello Nunziatella: Perché l’abbiamo superato!
Lord Casco: Quando?!
Colonnello Nunziatella: Proprio adesso!
Lord Casco: Quando il prima sarà adesso?
Colonnello Nunziatella: Presto!
Lord Casco: Quanto presto?!

(da Balle Spaziali – by Mel Brooks – Wikiquote)

Un approfondimento serio su quello che è successo QUI:  da Internazionale, Gerhard Mumelter

 

Categorie
Accadde Vignette

Un regalo di convalescenza inaspettato

disegno_cristian_webGrazie Cristian Neri Gonzaga! 🙂

Categorie
Accadde

Che se dipendesse da me

Che se dipendesse da me, io li andrei a prendere. Tutti. Portaerei, cacciatorpediniere, velieri della scuola nautica, yacht, navi da crociera, pescherecci. Che sbarcano con la Banda che suona l’inno europeo. Un ponte aereo. Ok solo bagaglio a mano fino a 15 kg. Tanti pulmann lungo le coste maghrebine, fino allo Stretto di Gibilterra, poi su, lungo le autostrade, bambini, donne, uomini perseguitati, che ci salutano sporgendosi dai finestrini, noi europei che applaudiamo e gli lanciamo cioccolata e sigarette, come i soldati alleati che ci liberavano dal nazifascismo, dal razzismo, dalla fame. Salvare, liberare, proteggere, questo dovremmo fare se fossimo davvero una società migliore, una cultura migliore, una religione migliore, delle persone migliori. Ma non lo siamo.

Categorie
Accadde

Friendfeed Home

friendfeed

Well I clicked Chrome just yesterday

And I couldn’t bare that closing message post no more

I can’t expect you all to see it my way,

But you may not know what was there before…

And I want them to put back my old friendfeed home.

 

Well I clicked Chrome just like I say,

And I felt this hurt that would not go home…

I can’t expect that you’re gonna see it my way,

But you may not know the little rooms I’ve known

And I want them to put back my old friendfeed home.

 

I know it costs more money the servers there…

But this was love, this was love!

Even if I’ve had to pay money,

I’ll pay Yeri, I’ll pay Scud!

I don’t care what Facebook has got,

I want back that friendfeed home…

 

And what did I feel when I searched for Ubi or Slow…

Sorrow sorrow, all around

Why I would feel sorrow I now know,

I smell a ghost smell from the web

That old frozen beer smell from the old friendfeed home

 

Bam a nib a nib a nib way oh

Bam a nib a nib a way oh web oh

Bam a nib a nib a no friendfeed home friendfeed home

Bam a nib a nib a nib way oh

Bam a nib a nib a way oh web oh

Bam a nib a nib a no friendfeed home friendfeed home

 

I clicked Chrome one final time,

And I wished the worst on the facebook wall

Now I can’t expect everyone to feel like I am,

But I’ve found a spot that Frenf.it is called

And it feels like to be back in my loved friendfeed home.

… see ya somewhere, FriendFeed friends…  (FFrancesco)

With lovely respect from Corner Store, my favourite song of Jonathan Richman)

“So long, and thanks for all the feeds”

Categorie
Accadde Vignette

Una moderata buona pasqua