Un ebook fantascientifico e pure gratis

Insomma ci sono questi di Barabba, che fanno tante cose con passione. Io li conoscevo da lontano soprattutto per iniziative come Schegge di Liberazione, e tante altre operazioni/ebook collettivi.

E insomma sulla rete mettono in giro la voce che vogliono fare un ebook collettivo di fantascienza.  Bellissimo, penso, avrò da leggere aggratis per il mio Kindle, che già mi ha fatto riprendere i libri di Clifford K. Simak, Asimov, Clarke, Silverberg, Ballard, Philip K. Dick… Poi ho provato a buttare giù un racconto, bho, proviamo con qualcosa da ridere. Quand’è che mi inventavo storie di fantascienza? Ah bhe, da bambino, stipando nordisti, cowboys, pistoleros su astronavi di Lego. Sono partito da lì e ho scritto di getto La Battaglia di Hunz. La faccio leggere in casa a moglie e adolescente e ridono. Rido un po’ anch’io, è strano scrivere, perchè poi ti sembra di non averlo scritto tu. Però è difficilissimo dire con certezza se è veramente valido o no, se può piacere a qualcuno o a molti (a tutti è impossibile, pochi giorni fa ho letto un’assurda stroncatura di Ubik di P.K.Dick!). Insomma lo mando. Mi pento. Provo a scriverne un’altro, In Piazza, con pretese (pretenziosità) più alte, non lo rileggo abbastanza e alla fine è una cosa che ho scritto solo per me, che è una cosa che non si dovrebbe mai fare, abbiate pietà se lo leggete. Però sia con le cose che ti riescono meglio che con le cose che sbagli mi è venuta la passione di scrivere ancora. Ho qui il file di “Pancho – Missione Di Soccorso”, un sequel di La Battaglia di Hunz, sempre piuttosto breve, e una cosa più lunga che… bho, vedremo. E forse non è neanche fantascienza. Per ora grazie a quell’umanissimo alieno di Marco di Barabba, e a tutti quelli che mi hanno espresso il loro apprezzamento, non me l’aspettavo davvero.

La meravigliosa copertina “Uranofila” è di quel gegno di Isola Virtuale, l’ebook lo potete scaricare liberamente in PDF, EPUB, MOBI(Kindle) da QUI . Non a caso è stato pubblicato il 19 settembre, scopritelo nella splendida prefazione di Marco Manicardi “Il Many”

 

Scritto da il 05 Ottobre 2012

Argomenti: , , ,